Author Archives: auth

Nota

La sequenza dei lavori non è posta in ordine cronologico ma secondo l’intenzione dell’autore.

XXVIII Architettura nel paesaggio n°1

XXXVIII Julierpass, 2011 ARCHITETTURA NEL PAESAGGIO N°11 r. Un lavoro di ricerca nel paesaggio della montagna, lungo lo Julierpass. L’idea di collocare con una installazione temporanea delle porzioni di architettura in un paesaggio perlopiù incontaminato da altre presenze che non siano proprie della natura. A.M. 2019

XXXVII Grill Aprile

XXXVII Dübendorf, 2019 GRILL d’APRILE d. Mi hanno chiesto di produrre un grill per amici, da collocare all’interno di un orto urbano a Zurigo. Ho disegnato il grill adottando il sistema Lehni classico e cercando di mantenere forma e funzione ben legate fra loro. Nella realizzazione si è scelto un metallo da 3 mm di […]

XXXVI Haus 131

XXXVI Zürich, 2019 HAUS 131 a. Questa architettura, può essere inscritta in quei lavori di ricerca sullo spazio abitato verso cui ho occasione di avventurarmi in assenza di uno specifico committente. È un progetto nuovo, in fase di sviluppo, per il quale non sono da escludere future evoluzioni. Da uno studio plastico, ho deciso di […]

XXXIV-Garden vase

XXXIV Zürich, 2017 GARDEN VASE d. Progetto di un vaso da giardino. 510 x 510 mm in terracotta nera. Volevo realizzare un vaso in terracotta Ho scelto di usare il nero Ho pensato che questo vaso potesse raccordarsi ad altri per diventare una linea: Ho disegnato questo vaso in terracotta nera con un collare su […]

Antonello da Messina

Autobiografia iconografica È stata una sorpresa, di quelle che si definiscono come belle, lo scoprire che nei suoi “ritratti”, John Berger, da una sua visita alla National Gallery di Londra nel 2019, descrive questa opera di Antonello da Messina. Fra gli innumerevoli capolavori che le sale del museo custodiscono, come il sottoscritto, John Berger, viene […]

XXX-Japanisch Tisch

XXX Zürich, 2016 JAPANISCH TISCH d. Progetto per un Tavolo da salotto. Il tavolo da salotto, un progetto di un legame con il giappone ed il fascino infinito della sua arte. Un tavolino come una maschera. Progettato in frassino e prodotto in falegnameria a Zurigo. A.M. 2016

Nota biografica III

Nota biografica L’imperfection est la cime Il y avait qu’il fallait détruire et détruire et détruire,Il y avait que le salut n’est qu’à ce prix. Ruiner la face nue qui monte dans le marbre,Marteler toute forme toute beauté. Aimer la perfection parce qu’elle est le seuil,Mais la nier sitôt connue, l’oublier morte, L’imperfection est la […]

XXVIII-Haus AJPK

XXVIII Zug, 2014/2017 HAUS AJPK a. Haus / Atelier. Il tavolo da salotto, un progetto di un legame con il giappone ed il fascino infinito della sua arte. Un tavolino come una maschera. Progettato in frassino e prodotto in falegnameria a Zurigo. A.M. 2015

XXVII-Studio Giardino

XXVII Firenze, 2018 STUDIO a. Studio per un giardino. Progetto di studio per un giardino in Firenze: Studio dei colori per la recinzione che rientra nei lavori sullo “spazio colore”. Si tratta in questo intervento di applicare nel reale la ricerca nello spazio/colore su cui sto investendo molto del mio attuale lavoro. In fin dei […]

XXVI-Nota biografica II

XXVI Zürich, 2018 IL MODERNISTA SACRO r. “La lunghezza di due campate è uguale alla lunghezza della navata centrale tra i pilastri, sicché due campate formano un quadrato. Se si leva lo sguardo verso l’alto, lo stesso quadrato si riscontra nell’alzato, essendo il marcapiano inferiore collocato ad un livello esattamente pari alla lunghezza della navata […]

XXIII-Casa Mondo

XXIII Alghero, Sardegna 2015/2017 CASA MONDO 1592 a. […]. Molte di quelle architetture, memoria dei nuraghi, sembrano nascere direttamente dal terreno, di roccia o terra arida fra i verdi giardini. […].

XVII-Wettbewerb Mnemosine

XVII Zürich, 2014 MNEMOSINE a. Projektwettbewerb Wohnsiedlung Herdernstrasse, Zürich. Es ist wichtig, das was es gibt zu studieren, den Wert zu erkennen oder zu verkennen.

VI-Opera IV

VI Zürich, 2006 OPERA IV d. Tavolozza per artista numero 4: produced by Lehni. Ultima variante rimasta solo su disegno che rappresenta uno sviluppo dell’opera numero due in cui, come nella variante numero tre, si è trattato di una “estrusione” lungo l’asse longitudinale che ne raddoppia la dimensione.

III-Tavolozza per artista 1

III Dübendorf, 2005 OPERA I d. Tavolozza per artista numero 1: produced  by Lehni AG, 2005 Realizzata da Willi Bühler nel 2005 all’interno dello stabilimento Lehni in Dübendorf, l’Opera I rappresenta uno dei primi studi sul rapporto fra arte e design.

I-Old Page

I OLD PAGE Zürich, 2007 Lavoro grafico dal 2007 al 2018 www.antoniomonaci.it con il contributo del visual designer / video artista: Giovanni Antignano