XXVIII-Haus AJPK

XXVIII

Zug, 2014/2017

HAUS AJPK

a.

Haus / Atelier.

Il tavolo da salotto, un progetto di un legame con il giappone ed il fascino infinito della sua arte.

Un tavolino come una maschera.

Progettato in frassino e prodotto in falegnameria a Zurigo.

A.M. 2015

Vista sul lago di Zug / © Antonio Monaci
Vista sul lago di Zug / © Antonio Monaci
Planimetria generale
Modello di studio / Prospetto nord ovest
Vista frontale nord ovest
Modello di studio / Prospetto sud est

Il progetto di questa casa era l’idea di poter realizzare una casa-rifugio nella natura. Rifugio da cosa? Forse dalla routine che la vita ci impone, che impone a noi tutti per quanto ciascuno abbia le capacità di sottrarsene, più o meno.

Questa casa voleva essere un aiuto.

Se non casa rifugio, potevo chiamarla casa studio, se come piace a me, vedo nel “luogo studio” un luogo di “ricerca esistenziale”.

Per la funzione pensata, non occorrevano misure ambiziose, bastava che potesse contenere una zona giorno con cucina, un bagno ed una camera da letto, con uno spazio distributivo semplice che fosse capace però nel contenere librerie numerose.

A questi spazi ho pensato che fosse utile aggiungerne uno interrato tipo cantina per accogliere vino, olio e prodotti dell’orto, oltre a tutto il genere che ben si conserva al “fresco”.

In un secondo momento al “padiglione originale” è stato da me aggiunto un altro più piccolo per ospiti.

Questi due padiglioni, collegati fra loro da un “passaggio con finestra”, sono schermati lungo tutto il loro perimetro da elementi verticali frangisole in legno di _________. Sulle pareti esterne è stato applicata una malta a spruzzo di colore nero, tendente al verde.

Gli interni sono caratterizzati da pareti in laterizio a vista. L’utilizzo del laterizio finisce ad una altezza di due metri e venti, al di sopra della quale inizia l’utilizzo di malta bianca sul rimanente delle pareti e su tutti i soffitti a capanna tipo “padiglione”.

AM. 2018

Sezione longitudinale a-a
Sezione longitudinale b-b
Vista frontale sud est

Progetto:

Antonio Monaci Aerchitekt

Zug, 2014 / 2017